Due giorni. Langa. Poco tempo e due illustri appuntamenti. Su consiglio dell’amica Stefania, in un recente fine settimana passato nei pressi di Alba, mi reco da Ferdinando Principiano. Proveniente da una famiglia di agricoltori, ci accompagna e illustra le sue langhe. L’area in cui si coltiva l’uva destinata a diventare Barolo e la altre sottozone, ci mostra fiero i suoi vigneti, condotti con un rispetto impeccabile per l’equilibrio vite-ecosistema. Numerose le pratiche e le attenzioni al fine di contribuire alla ridefinizione di questo tanto labile, quanto importante scambio.

Un terreno vivo, attivo.

Il bosco, importante per il mantenimento e la sopravvivenza degli insetti utili. Per Ferdinando, quei boschi, vogliono dire molto più. Sono l’espressione del territorio in cui è nato, cresciuto e in cui tutti i giorni presta il proprio servizio, cercando di interferire il meno possibile.

Lo si nota all’assaggio dei suoi vini, la sua Barbera, eccentrica e spigolosa, o il suo Nebbiolo, elegante e fine. Per non parlare del suo Barolo. Vini con personalità, che hanno molto da dire a chi li assaggia, come del resto, colui che li produce!

Evitando di tediare con assaggi, appunti e spunti, vi lascio alla visione di alcuni scatti, con invito ad andare a trovare Ferdinando.

vigneto-Ferdinando-Principiano

vigneto-vecchio---ferdinando-principianoFerdinando-Principiano

 

casetta-vigneto---ferdinando-principianoFerdinando-principiano---panoramaFiori---ferdinando-principianoBarbera---Ferdinando-PrincipianoAvvinnamento---Ferdinando-Principiano

Ferdinando principiano

Via Alba, 19

Monforte D’alba (Cn)

www.ferdinandoprincipiano.it

 

Volete sapere quale è stata la seconda super visita?

Guardate QUI, altri scatti per voi!

Share This